Spostamenti e rientri in Puglia

Spostamenti all’interno del proprio comune di residenza

Non ci sono limiti agli spostamenti all’interno del comune di residenza, dalle ore 5 alle ore 22.
Dalle 22 alle 5 sono consentiti gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità o per motivi di salute.

Tenere con sé copia del modulo di autocertificazione per motivare lo spostamento.

Spostamenti verso altri comuni all’interno del territorio regionale

Sono vietati gli spostamenti con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio comune.
Tenere con sé copia del modulo di autocertificazione per motivare lo spostamento.
È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Spostamento in Puglia da un’altra regione italiana

Lo spostamento da altre regioni alla Puglia è consentito per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità. 
È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.
Tenere con sé copia del modulo di autocertificazione per motivare lo spostamento.

Rientro da un Paese estero

  • Compilare il modulo di autosegnalazione
  • Scaricare il modulo e inviarlo al proprio medico curante, se si è residenti in Puglia, oppure all'ASL della prima provincia pugliese in cui si soggiorna
  • Osservare le misure nazionali previste dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre e dall’Ordinanza del Ministero della salute del 4 novembre 2020
  • Consultare sempre la scheda del Paese di interesse su ViaggiareSicuri, per verificare eventuali restrizioni all’ingresso da parte delle Autorità locali