Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Tutela delle acque

La Puglia, da sempre, affronta situazioni di emergenza idrica dovute alle modeste precipitazioni e, conseguentemente, alla mancanza di corsi d’acqua adeguati all’approvvigionamento idrico della popolazione residente.
Nel corso degli anni, a queste criticità si sono aggiunti altri fattori di rischio: gli elevati valori di evaporazione favoriti dal clima e una non piena consapevolezza, da parte degli Enti gestori e della società civile, della necessità di amministrare questa risorsa in maniera integrata e accorta nel rispetto dei diversi usi cui era destinata.
Per superare questa situazione di emergenza l’Amministrazione regionale, in collaborazione con gli Enti locali e gli Enti attuatori, ha programmato e realizzato progetti per l’uso ottimale delle acque, il ripristino della piena efficienza degli invasi, il completamento dei lavori relativi alle dighe e il recupero delle acque reflue ad uso irriguo.
Un ruolo importante nel governo delle risorse idriche lo svolge l’Autorità d’ambito territoriale ottimale, un consorzio obbligatorio tra le amministrazioni comunali e provinciali, che provvede a organizzare il Servizio idrico integrato (Sii) , cioè l’insieme dei servizi pubblici di captazione, adduzione e distribuzione di acqua ad esclusivo uso civile, nonché di fognatura e di depurazione delle acque reflue.
L’Autorità d’ambito ha il compito di affidare il Servizio idrico integrato ad un ente gestore, curandone la programmazione e il controllo.