Direttore responsabile: Dott.ssa Antonella Bisceglia
Bandiera Europa





Press Regione

Capone mar 30.5 presenta progetto interregionale civiltà rupestre Puglia Toscana

 

 “Itinerari Interregionali tra siti e villaggi del patrimonio della civiltà rupestre di Puglia e Toscana”: mar 30.5 evento di presentazione con l’assessore  Loradana Capone

L’assessore all’industria turistica e culturale, Loredana Capone, interverrà martedì 30 maggio alla presentazione del progetto “ Itinerari interregionali tra siti e villaggi del patrimonio della civiltà rupestre di Puglia e Toscana”, che si svolgerà dalle ore 10 alle ore 13.00 presso il Parco Rupestre di Lama D’Antico (strada provinciale Fasano-Savelletri-contrada Sarzano, a Fasano).
Durante l’evento, prevista una escursione naturalistica lungo la lama del Parco;un “ Laboratorio esperienziale” –dalle pozioni magiche ai monaci erboristi-; installazioni e giochi interattivi e l’esplorazione virtuale dei luoghi.
Con l’assessore Capone - che sarà sul posto alle 12.00 - il dirigente regionale della sezione Turismo, Patrizio Giannone; il sindaco del Comune di Fasano, Francesco Zaccaria e l’assessore al turismo e cultura dello stesso Comune di Fasano,Annarita Angelini.

La partecipazione dell'assessore Capone è prevista per le ore 12.00

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Mar, 23 Maggio 2017 @ 11:04  » Prossimi appuntamenti e conferenze stampa «
Emiliano a Mosca riceve onorificenza da Patriarca Kirill

Il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill ha conferito al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano l’onorificenza di San Serafino di Sarov, terza onoreficenza in ordine di importanza del Patriarcato di Mosca.

“Sua Santità Patriarca Kirill – ha dichiarato il presidente Emiliano – ha parlato in pubblico della Puglia. In lui è vivo il ricordo della restituzione della Chiesa russa di Bari al Patriarcato di Mosca, nel 2009, un atto che ha aperto una strada nuova nelle relazioni non solo tra le due chiese cattolica e ortodossa, ma tra i nostri popoli. All’epoca ero sindaco di Bari e ricordo bene che da quel momento si parlò della nostra come la città più russa d’Europa, unico luogo dove sia il Papa che il Patriarca potevano sentirsi a casa, nel nome di San Nicola. L’impegno profuso in tutti questi anni nel costruire relazioni di amicizia e dialogo tra Bari, la Puglia e la Russia trova oggi il più alto riconoscimento in questo segno di onore. E noi ancor di più lavoreremo per rafforzare questo legame”. Il presidente Emiliano ha ricevuto l’onorificenza a margine della divina liturgia che il Patriarca Kirill ha celebrato oggi nella Cattedrale del Cristo Salvatore, a Mosca. A sua volta ha donato al Patriarca la Medaglia d’oro della Regione Puglia con l’effige di San Nicola. Il popolo russo sta vivendo questo momento con straordinaria partecipazione e commozione, come lo stesso Emiliano ha evidenziato:

“La saggezza di Sua Santità Papa Francesco ha intuito la portata di un gesto come questo – ha detto il presidente - questo invito a portare la reliquia a Mosca non deve essere preso per uno di quegli atti che alle volte i laici considerano superflui o eccessivi. È un grande gesto di intelligenza politica”.

Questo il testo riportato sulla pergamena:

Dottor Michele Emiliano Presidente della Regione Puglia è stato insignito della Medaglia della Chiesa Ortodossa di San Serafim Sarovskij del terzo grado. Kirill, Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Mosca, 22 maggio 2017

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 22 Maggio 2017 @ 16:38  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Nevicata gennaio 2016, di Gioia: “Chiesti danni anche per Bari e BAT”

 

“Approvata dalla Giunta regionale la delibera con cui chiediamo al Ministero l’integrazione dei risarcimenti per i danni subiti alle colture, a seguito della gelata della prima decade di gennaio scorso, anche per i territori gravemente colpiti delle province di Bari e BAT. Questi erano stati esclusi perché, nella richiesta di declaratoria dello stato di calamità naturale presentato al Mipaaf lo scorso marzo (con deliberazione n.295 del 7 marzo 2017), i danni accertati e immediatamente rilevabili, a ridosso della nevicata, non erano superiori al 30%, e, quindi, da decreto ministeriale, non era possibile accedere al Fondo di solidarietà nazionale”.

"Abbiamo, dunque, dato incarico ai nostri uffici territoriali, di fare una ulteriore ricognizione che ha dato evidenza del fatto che, con la ripresa vegetativa delle piante colpite e l’aumento delle temperature, i danni alle colture, in particolare agli uliveti, sono superiori al 30%”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 22 Maggio 2017 @ 15:48  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Leo giudice allo Startup Weekend Lecce

 :“Il fermento dei ragazzi è un’iniezione di fiducia per la Puglia

L’assessore con delega al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Sebastiano Leo ha partecipato nella giornata di ieri allo “Startup Weekend Lecce”, tenutosi presso le Officine Cantelmo.
Startup Weekend Lecce è un laboratorio di attività di 54 ore progettate per fornire formazione ed esperienza superiore per chiunque voglia cimentarsi con l’avvio di una startup o desideri conoscere gli aspetti fondamentali del fare impresa.
Tante le idee messe in campo dai ragazzi, per implementare servizi, crearne di nuovi o accrescere la produttività e la redditività di processi industriali.
“Sono lieto di aver preso parte a questo format nato nella Silicon Valley e partner di Google Entrepreneurs, diffuso in tutto il mondo per trasformare le idee innovative in progetti di business. – ha commentato l’assessore Sebastiano Leo – L’associazione The Qube, che ha organizzato l’evento, mi ha invitato ad essere membro della giuria e valutare così le idee e i modelli di business proposti dai ragazzi che hanno preso parte all’iniziativa.
Un’esperienza davvero arricchente: l’energia, l’impegno e la creatività di questi giovani studenti e professionisti rappresenta per me, infatti, un pungolo a far sempre meglio, sostenendo con politiche attive ogni sforzo per fare impresa e stare sul mercato. Il fermento di questi ragazzi è un’iniezione di fiducia nelle opportunità messe in campo dalla Regione Puglia, a sostegno dell’autoimpiego e dell’imprenditorialità giovanile.
Sono convinto – ha aggiunto l’Assessore Leo - che le ulteriori misure cui stiamo lavorando sapranno supportare ulteriormente gli sforzi creativi dei nostri ragazzi e di quanti non intendono arrendersi alla paura dell’assenza di prospettive, ma vogliono uscire dalla marginalità attraverso il proprio protagonismo.”
Tanti i formatori e i mentori provenienti dal mondo dell’imprenditoria presenti all’evento, che hanno accompagnato i ragazzi nelle attività formative e laboratoriali.
Primo classificato il progetto “Apulia Wedding Party”, piattaforma online che intende rendere il matrimonio pugliese un’esperienza non convenzionale per turisti, seguito da “Atlas”, finalizzato alla prevenzione dei rischi di crollo degli immobili. Terzo classificato “Less”, che introduce un’innovazione di processo per la riduzione dei tempi di preparazione della pizza accrescendo, così, la produttività dei pizzaioli.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 22 Maggio 2017 @ 11:38  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Laboratori urbani, Piemontese: da domani confronto allargato su gestione

Parte domani, martedì 23 maggio, un confronto allargato per analizzare gli impatti reali e la qualità della gestione dei Laboratori urbani pugliesi. “A otto anni dalle prime trasformazioni degli immobili pubblici dismessi in spazi per la creatività giovanile, la Regione Puglia ha il dovere di fare un punto e valutare l'opportunità di riorientare la strategia, coinvolgendo anzitutto i ragazzi, gli attori protagonisti delle storie che hanno avuto risultati positivi e di quelle che hanno incontrato maggiori difficoltà”, sottolinea l’assessore regionale alle Politiche giovanili, Raffaele Piemontese, in procinto di mobilitare 5,8 milioni di euro, di cui circa la metà a valere sull’azione 9.14 del PO FESR/FSE 2014-2020.

Due i focus group, ciascuno della durata di tre ore, che coinvolgeranno alcuni rappresentanti dei soggetti gestori dei Laboratori urbani e dei Comuni, proprietari degli immobili. Si parte domani con un confronto fra i rappresentanti del Comune di Gioia del Colle ed i gestori dei Laboratori “Labum” di Mottola, “Ex Fadda” di San Vito dei Normanni, “La Capagrossa” di Ruvo di Puglia e “Rigenera” di Palo del Colle.

Martedì 30, invece, è la volta del Comune di Bari e di Ruvo di Puglia e dei gestori di “Manifatture Knos” di Lecce, “Pop Hub” di Bari e “Collettivo Zebù” di Terlizzi.

"A entrambi i focus group – sottolinea la dirigente della Sezione Politiche giovanili e innovazione sociale, Antonella Bisceglia – parteciperanno anche esperti di politiche giovanili, innovazione sociale e rigenerazione urbana dell’Università degli Studi di Bari, della Scuola Open Source e dell’ARTI, che ci aiuteranno a elaborare un sistema di certificazione di qualità”.

“Vogliamo capire – aggiunge Tommaso Colagrande, della Sezione Politiche giovanili – come misurare l’impatto reale di un Laboratorio urbano sulle comunità locali, non solo giovanili, individuando le caratteristiche e i processi che qualificano un Laboratorio Urbano giovanile di qualità”. È una fase che precede la riedizione dell’Avviso “Laboratori urbani in rete” e una nuova misura per promuovere azioni di organizzazioni giovanili che animino spazi pubblici sottoutilizzati. “Alla fine – conclude Piemontese – avremo il quadro dei Laboratori urbani effettivamente operativi che vogliamo cuore pulsante di tutto quello che, nelle città pugliesi, si realizzerà con la programmazione operativa 2014-2020”.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Lun, 22 Maggio 2017 @ 11:27  » Comunicati S. Stampa Giunta «
L'accoglienza delle reliquie di San Nicola a Mosca

"Incredibile partecipazione e commozione del popolo russo per l'arrivo della reliquia di San Nicola da Bari a Mosca, guardate che meraviglia": lo scrive il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano pubblicando su Facebook un video sulla cerimonia solenne organizzata a Mosca, nella Cattedrale del Cristo Salvatore, per accogliere le reliquie di San Nicola partite oggi da Bari. Nel video, girato dallo stesso Emiliano, si può vedere la quantità di persone per le strade di Mosca per assistere a questo storico evento.

Video disponibile su https://goo.gl/kzbGwJ

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 21 Maggio 2017 @ 21:56  » «
L'arrivo a Mosca della reliquia di San Nicola
"Siamo appena arrivati a Mosca, guardate l'accoglienza solenne in aeroporto per l'arrivo della delegazione pugliese con la reliquia di San Nicola! Tutta la Russia oggi parla di noi, della Puglia e di Bari". lo ha scritto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano su Facebook appena arrivato all'aeroporto di Mosca, pubblicando in esclusiva un video girato da lui stesso che riprende la cerimonia ufficiale organizzata per l'arrivo della reliquia di San Nicola. Link video https://goo.gl/MJht5B
Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 21 Maggio 2017 @ 16:54  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Migranti al porto di Bari: le attività della Asl

Si riporta di seguito il comunicato emesso dal DG della Asl Bari, Vito Montanaro, sull'arrivo di migranti al porto di Bari:

La ASL Bari informa che alle ore 13.00 del giorno 20 maggio la Prefettura ha comunicato alla Direzione Strategica l'arrivo, entro le prime ore della giornata di oggi, di una nave con circa 250 profughi provenienti dalla Sicilia. La Direzione Strategica ha avviato il Protocollo previsto per la gestione dell'evento, ossia: 1. E' stato allertato il 118 Aziendale che tramite il suo Coordinatore ha immediatamente convocato gli operatori del 118 (medici, infermieri ed autisti) per il montaggio - nell'area portuale prevista - della Postazione Medica Avanzata c.d. PMA. L'allestimento della predetta postazione medica è terminata ieri alle ore 21.00, quindi, in circa otto ore la struttura è stata organizzata e programmata per ricevere i profughi. 2. Contestualmente alle ore 7.00 di stamattina all'interno della Postazione Medica Avanzata era già pronta l'equipe medica composta dall'infettivologo, dermatologo, pediatra e internista, per accogliere ed effettuare gli accertamenti sanitari ai profughi. 3. Alle ore 9.00 è attraccata la nave e sono iniziate le operazioni di soccorso e contestualmente gli accertamenti sanitari. 4. I casi clinici necessari di ricovero (fino alle ore 1300) sono stati i seguenti:  2 donne: di cui una in stato avanzato di gravidanza;  1 caso di sospetta patologia epidemica;  3 minori cui è stata necessaria una valutazione approfondita in ambito ospedaliero. Queste 2 donne, il singolo caso sospetto e i 3 minori sono stati inviati per le necessarie cure dai medici presenti nella Postazione Medica Avanzata presso l'Ospedale San Paolo e l'Ospedale Di Venere per compiere accertamenti sanitari più approfonditi. 5. Alle ore 13.00 proseguono le operazioni sanitarie e di riconoscimento da parte delle forze dell'ordine. Un sentito ringraziamento va a tutti gli operatori sanitari della ASL che hanno organizzato ed ora stanno compiendo le visite mediche sanitarie.

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 21 Maggio 2017 @ 15:54  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Sbarco migranti a porto Bari, Nunziante: "Attivata Protezione Civile"

 

La Regione Puglia ha prontamente attivato, sotto il coordinamento della Prefettura di Bari, la Protezione civile regionale, dopo lo sbarco al Porto di Bari di 250 migranti provenienti dall'Africa.
Su disposizione del presidente della Regione Michele Emiliano, il vice presidente Antonio Nunziante sta seguendo e coordinando le attività della Protezione civile, la cui gestione è affidata alla dirigente ing. Lucia Di Lauro, che partecipa al Comitato di emergenza costituito presso la Prefettura di Bari.

“La Regione Puglia ha messo a disposizione le strutture logistiche, oltre all’apparato sanitario, al fine di dare massimo supporto alle operazioni di accoglienza dei migranti” dichiara il vice presidente Nunziante.

 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 21 Maggio 2017 @ 13:05  » Comunicati S. Stampa Giunta «
Emiliano: parte per Mosca la reliquia di San Nicola

 
EMILIANO: “MIGLIAIA DI PELLEGRINI RUSSI IN PUGLIA PER CELEBRARE UN EVENTO ATTESO DA SECOLI, EMOZIONE GRANDE, FRUTTO DI UN LAVORO LUNGHISSIMO PARTITO CON LA RESTITUZIONE DELLA CHIESA RUSSA”.

“La reliquia di San Nicola è stata inserita nella teca ed è pronta per partire per Mosca. Noi viaggeremo con un volo di Stato russo assieme alla reliquia. È un’emozione molto forte vedere migliaia di pellegrini russi in Puglia, a Bari, per salutare questa partenza. Questo è il frutto di un lavoro lunghissimo, partito con la restituzione della Chiesa Russa di Bari al Patriarcato di Mosca, che Papa Francesco ha completato attraverso l’autorizzazione all’invio della reliquia”.

Sono le parole del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dalla Basilica di San Nicola di Bari, nel giorno della partenza della missione per il trasferimento di una reliquia di San Nicola da Bari a Mosca. Un evento storico atteso da centinaia di anni dai fedeli russi: per la prima volta nella storia della Basilica, dopo 930 anni, una reliquia lascerà la città di Bari per essere trasferita temporaneamente in Russia (Mosca e San Pietroburgo) fino al 28 luglio prossimo, data del suo rientro nel capoluogo pugliese.

“Sua Santità Francesco ha voluto fortemente questo gesto di amicizia e amore verso il Patriarcato di Mosca - spiega Emiliano - utile evidentemente nel processo faticoso che sia Papa Francesco che il Patriarca Kirill stanno facendo per la riunificazione della chiesa ortodossa con quella cattolica, per rimediare allo scisma d’Oriente. È un processo che evidentemente aveva bisogno della presenza di San Nicola e di un gesto che partisse da Bari, perché Bari viene considerata la città nella quale il dialogo ecumenico e interreligioso è possibile. Questo processo politico, teologico e di fede adesso ha bisogno della spinta del popolo russo e ha bisogno di una carica emotiva e passionale, perché alle volte il dibattito ha bisogno dell’energia del popolo. E San Nicola è il santo del popolo”.

La giornata si è aperta con la celebrazione nella Cripta della Basilica presieduta da S. Em.za il Metropolita Hilarion Alfeev, Presidente del Dipartimento delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, e con la consegna della reliquia di San Nicola da parte del Priore della Basilica, padre Ciro Capotosto e la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di San Nicola, e il Metropolita Hilarion.
Successivamente il reliquiario, realizzato dalla Federazione Russa, è stato trasferito in aeroporto a bordo della “San Nicola mobile”, scortata dalle forze dell’ordine. La partenza per Mosca è programmata con un volo diretto da Bari alle ore 11.30.

“È un gesto di amicizia meraviglioso – prosegue Emiliano - questa è una richiesta antichissima e il fatto che finalmente la chiesa cattolica e quella ortodossa si siano messe d’accordo sulla sosta della reliquia di San Nicola in Russia è un segno di speranza. Il mondo è pieno di guerre, conflitti, di gente che non si accorda su nulla neanche per cose più semplici. Questo era un passaggio importante e non scontato, dopo uno scisma e una divisione all’interno della stessa religione, con due capitali diverse, Costantinopoli e Roma e una infinità di fatti storici che si sono sovrapposti e che hanno creato momenti di grande ostilità. Questo gesto parte dalla Puglia, da Bari, perché l’aereo da qui andrà direttamente a Mosca, con un corteo che lo segue molto selezionato. È uno di quei momenti memorabili, proprio come quando restituimmo la Chiesa Russa di Bari al Patriarcato di Mosca”.

L’emozione è tangibile in una piazza della Basilica gremita di pellegrini, come racconta lo stesso presidente Emiliano: “Oggi la Basilica è piena di pellegrini e di turisti, in gran parte provenienti dall’estero e moltissimi di loro sono russi. Ecco, questo grande flusso turistico che si incrementa ogni anno è partito proprio dalla restituzione della Chiesa Russa, una chiesa costruita dallo Zar. Per gli ortodossi, dopo Gerusalemme, Bari è la seconda meta più importante di pellegrinaggio. Dopo la rivoluzione d’ottobre, con una abilità tutta barese la chiesa divenne di proprietà del Comune, e solo nel 2009 è stata restituita in proprietà e oggi è diventata il centro organizzativo dei pellegrinaggi degli ortodossi a Bari. Un gesto che ha restituito alla nostra città e alla nostra regione anche tanto fatturato turistico che ovviamente non fa male”.

“Siamo consapevoli - è la riflessione di Emiliano prima partire - di essere piccoli dentro un processo storico che dura da centinaia di anni e che io mi auguro porti alla riconciliazione dei cristiani. Dovete solo immaginare cosa potrebbe essere una festa qui a Bari, a Roma e Mosca in cui gli ortodossi e i cattolici si riconciliano e ridiventano un’unica Chiesa, sarebbe un avvenimento meraviglioso, il contrario dello scisma d’Oriente, la grande divisione tra fratelli e sorelle che credono nello stesso Dio e che venivano dalla stessa storia”.


La delegazione italiana che accompagna la reliquia è composta da:
• S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di S. Nicola;
• P. Ciro Capotosto, Priore della Basilica di San Nicola;
• Sac. Angelo Romita, Direttore dell'Ufficio per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto;
• Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia;
• Antonio Decaro, Sindaco della Città di Bari;
• prof. Francesco Introna, Università di Bari che ha curato le indagini scientifiche utili al prelievo della reliquia.
Alle ore 16.00 circa, la reliquia sarà accolta dal Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill per essere trasferita nella Cattedrale di San Salvatore a Mosca, dove sarà celebrata una Liturgia alle ore 18.00, presieduta dallo stesso Patriarca.
La reliquia è stata prelevata dalla Cripta della Basilica lo scorso 19 giugno dall'equipe guidata dal prof. Francesco Introna dell'Università di Bari.
Il 22 maggio, lunedì, dopo la Divina Liturgia (ore 9.30) nella Cattedrale del Cristo Salvatore, è previsto l’incontro con Sua Santità il Patriarca Kirill. Alle 18.00 ci sarà una Santa Messa presso la Nunziatura Apostolica di Mosca.
Martedì 23, dopo la visita della Cattedrale del Cremlino, è prevista (ore 18.00) una Santa Messa nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione.
Mercoledì 24 alle 9.00 è stata fissata la Divina Liturgia nella Cattedrale del Cristo Salvatore, alle 13.00 un concerto sulla Piazza Rossa e alle 14.30 un ricevimento nella Cattedrale del Cristo Salvatore.

video dichiarzione  Reliquia San Nicola:  https://goo.gl/B5PMLq

video 2  dichiazione Reliquia San Nicola:  https://goo.gl/3QeLPI 

Visualizza in formato pdf  Condividi via email Condividi su facebook Condividi su Twitter
Dom, 21 Maggio 2017 @ 12:06  » Comunicati S. Stampa Presidente «
(PressRegione - Agenzia Giornalistica,
Direttore responsabile Elena Laterza - Iscritta al Registro della Stampa presso il Tribunale di Bari n. 26/2003)